Enable JavaScript to visit this website.

Per i più piccoli

Consigli utili

VITAMINE B E IMPEGNO SCOLASTICO

La scuola è faticosa e la maggior parte delle Vitamine del gruppo B contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso e alla normale funzione psicologica. A cosa è dovuto questo ruolo così importante? Queste Vitamine hanno un ruolo nel metabolismo dei carboidrati, dei grassi e delle proteine contenuti nel cibo, contribuendo al rilascio di energia dal cibo.

Alle Vitamine del gruppo B, in particolare per i bambini dai 6 anni in su, possono essere associate due sostanze naturalmente presenti negli alimenti: Glutammina e Fosfoserina. Si tratta di aminoacidi che svolgono un ruolo importante nel metabolismo e nella funzionalità delle cellule del cervello.

La Fosfoserina è una sostanza formata da un aminoacido (serina) combinato con il Fosforo, nonché il precursore di una sostanza chiamata fosfatidilserina, che è un importante costituente delle membrane cellulari delle cellule nervose.La Fosfoserina partecipa inoltre alla sintesi dell'acetilcolina, una sostanza coinvolta nella trasmissione degli impulsi fra le cellule nervose. L'acetilcolina nel cervello partecipa ai processi di apprendimento e di memorizzazione.

La Glutammina è l’aminoacido più abbondante presente nel corpo umano, classificato come semi-essenziale. Questo significa che l'organismo è normalmente in grado di sintetizzarne un quantitativo sufficiente a soddisfare le proprie esigenze; tuttavia, esistono numerose situazioni (ad esempio condizioni di stress) in cui l'organismo non riesce a far fronte ad un aumentato fabbisogno.La Glutammina è in grado di penetrare nel cervello, dove viene convertita in glutammato. Quest'ultimo è un neurotrasmettitore, ossia una sostanza in grado di veicolare informazioni da una cellula all'altra.In particolare, il glutammato è coinvolto in funzioni cognitive quali l'apprendimento e la memoria.

I bambini hanno quindi bisogno di una nutrizione completa ed equilibrata. Per consentire all'organismo di metabolizzare correttamente il cibo e di trasformarlo in “carburante” di pronto utilizzo sono importanti le Vitamine del gruppo B. Le Vitamine B6 e B12 supportano la normale funzione psicologica e contribuiscono alla riduzione di stanchezza e fatica anche nei bambini. Una corretta nutrizione, eventualmente associata ad una bilanciata integrazione, è dunque il modo migliore con cui i bambini possono prepararsi ad affrontare sia l’anno scolastico, con il suo carico di impegni, sia le «sfide stagionali».

STANCHEZZA E SPOSSATEZZA NEI BAMBINI: QUALE SOLUZIONE?

La stanchezza dei bambini fa talvolta sorridere gli adulti, convinti di essere i soli a dover affrontare le attività quotidiane. Eppure anche i piccoli devono fare i conti con situazioni che possono essere stressanti, rappresentate da compiti, interrogazioni e corsi di vario genere. Senza poi contare che i disturbi come i raffreddori e le influenze, tipici della stagione fredda, possono richiedere una maggiore attività del loro sistema immunitario. Ecco perché durante l’anno scolastico può capitare che i bambini si sentano stanchi e spossati. Questo potrebbe significare che essi hanno un aumentato dispendio energetico e, di conseguenza, un aumentato fabbisogno di Vitamine B.

È infatti dimostrato che un giusto apporto di Vitamine del gruppo B è importante per il benessere dei bambini. Queste sono contenute in diversi alimenti: verdura, legumi, carne, latte, formaggi, frutta e cereali. Per questo motivo è importante variare l'alimentazione dei bambini includendo tutti i gruppi di alimenti. Poiché non sono sintetizzate dall’organismo, è necessario introdurle quotidianamente con l’alimentazione. Intanto ecco alcuni cibi che non devono mancare nelle nostre case e che sono ricchi di Vitamine B.

  • B1 si trova nei legumi, nella frutta a guscio, nella carne e nel prosciutto crudo.
  • B2 è presente soprattutto nei formaggi, nel latte, nelle uova e nei vegetali a foglia verde.
  • Niacina (B3) si trova in pesce, carne, prosciutto crudo e nei cereali integrali
  • Acido Pantotenico (B5) è presente in quasi tutti i cibi. Ne sono particolarmente ricchi il tuorlo d'uovo, i pesci e le carni, oltre ai latticini e ai legumi.
  • B6 si trova nelle carni bovine, nei pesci come tonno e salmone e nei cereali integrali.
  • B9 (Acido Folico) è presente nel pane e nella pasta integrali, nelle verdure a foglia verde, nei legumi e in alcuni frutti come arance e fragole.
  • B12 è presente nel fegato, nel pesce, nei crostacei, nelle uova e nel parmigiano.

Le Vitamine B sono definite Vitamine Energetiche perché, pur non fornendo calorie, consentono al nostro organismo di metabolizzare correttamente il cibo e di trasformarlo in “carburante” di pronto utilizzo favorendo molte funzioni fisiologiche. Il ricorso ad Integratori Alimentari può essere un valido aiuto per i bambini in momenti di particolare dispendio energetico o di aumentato fabbisogno.

COME AIUTARE IL BAMBINO A RECUPERARE IL BENESSERE DOPO L'INFLUENZA.


Influenza e raffreddore sono purtroppo esperienze comuni e ripetute: la prima arriva ogni inverno con i virus diversi di anno in anno; mentre il raffreddore, causato da un numero elevato di virus è presente non solo nella stagione fredda ma anche durante tutto l’anno. Raffreddore ed influenza sono disturbi che causano un aumento del dispendio energetico; l'attivazione del sistema immunitario "consuma" energia e l'insorgenza della febbre provoca un aumento del metabolismo basale.

Una dieta completa e varia, che includa almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno e che comprenda tutti i gruppi principali di alimenti, è alla base del benessere dei bambini.

Quando l'organismo ha un dispendio energetico particolarmente elevato, come accade in inverno anche a causa della diffusione di raffreddori ed influenza, l'utilizzo di un Integratore Alimentare con dosaggi bilanciati di Vitamine del gruppo B può essere un valido aiuto.

COLAZIONE E MERENDA PER FARE IL PIENO DI VITAMINE B

Fare una prima colazione adeguata, con un «pieno» di Vitamine del gruppo B, che consentono all'organismo di metabolizzare correttamente il cibo e di trasformarlo in “carburante” di pronto utilizzo, è senza dubbio il modo migliore di incominciare la giornata.
Sarebbe infatti un errore saltare questo primo pasto che deve apportare l’energia per compensare il digiuno notturno e affrontare la giornata. Tra gli alimenti da segnalare va ricordato che il latte è uno degli alimenti più ricchi di Vitamine del gruppo B ed è quindi ideale per i bambini. Ma per rendere più variegato il regime dietetico va bene anche proporre ai più piccoli spremute d’arancia rossa o di pompelmo rosa (non zuccherati).

È poi opportuno associare anche altri alimenti che forniscano Vitamine B all’organismo, tra cui biscotti integrali e pane integrale con marmellata. Anche i dolci fatti in casa rappresentano una valida soluzione per avviare la giornata: non sarà difficile, navigando nel web, trovare la ricetta di gustosi plumcake alla banana, muffin ai mirtilli o torta caprese. Un altro suggerimento potrebbe essere un frullato di banana, albicocche e kiwi, particolarmente ricco di vitamine.

Altrettanto importante è la merenda. Senza dubbio una soluzione che incontra piena approvazione da parte dei nutrizionisti è la frutta di stagione, magari già tagliata o facile da sbucciare e mangiare, come la banana o le albicocche. Come per la colazione muffin, plumcake, torta margherita o crostata con la marmellata fatte in casa costituiscono un buon compromesso tra preferenze del bambino e scelta attenta degli ingredienti, privilegiando le farine integrali che sono ricche di Vitamine B.

Un’altra merenda pratica da mettere nello zaino è un pacchettino di biscotti secchi o uno yogurt da bere o un mini panino con prosciutto crudo o formaggio.Questa tipologia di merenda riserva grande attenzione al ruolo delle Vitamine B che sono utili non soltanto a sostenere gli impegni scolastici e le attività sportive dei bambini contribuendo ad un sano metabolismo energetico; la maggior parte delle Vitamine B infatti supporta la normale funzione del sistema nervoso e contribuisce alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento anche nei bambini.