Enable JavaScript to visit this website.

Le Vitamine B

Domande e risposte

Le Vitamine B sono un gruppo di sostanze organiche essenziali, coinvolte in numerose funzioni dell’organismo. Queste Vitamine non sono sintetizzate dall’organismo, quindi è necessario introdurle con l’alimentazione.
Le Vitamine B sono definite Vitamine Energetiche perché consentono al nostro organismo di metabolizzare correttamente il cibo e di trasformarlo in “carburante” di pronto utilizzo favorendo molte funzioni fisiologiche.
Nonostante questa definizione non forniscono calorie.

Un'alimentazione bilanciata e varia è il punto di partenza per coprire i fabbisogni di tutti i nutrienti utili per il benessere del nostro organismo.
Gli alimenti da privilegiare sono quelli freschi: frutta, verdura, latte, uova, legumi, carne e pesce fresco, formaggi, cereali integrali e le loro farine.
È importante non trascurare l'assunzione di alimenti di origine animale, poiché alcune Vitamine del gruppo B sono contenute esclusivamente in questi alimenti.
Pertanto, anche quando si seguono regimi alimentari particolari o restrittivi, è importante variare il più possibile la scelta dei cibi, includendo tutti i gruppi principali di alimenti.

Integrare l’apporto di Vitamine del gruppo B può essere utile in ogni fase della vita. Sicuramente in età pediatrica, per sostenere il metabolismo energetico e nell’adolescente, soprattutto quando pratica sport (a livello sia agonistico sia amatoriale) o in occasione di periodi di intenso studio.
Ma anche nell’adulto e nell’anziano può essere utile integrare ogni qualvolta vi sia un aumentato fabbisogno.

Lo specifico fabbisogno varia in funzione dell’età e della particolare Vitamina considerata, ma come regola generale tende ad aumentare progressivamente dalla nascita all’età adulta. Nel caso della Vitamina B1, ad esempio, la Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU) ha fissato a 0,5 mg il quantitativo giornaliero necessario per i bambini da 4 a 6 anni e a 0,8 mg il quantitativo raccomandato per i bambini da 7 a 10 anni.
Questo valore continua a crescere nell'età adolescenziale, per poi assestarsi nell'età adulta a 1,1 mg/die per le donne e 1,2 mg/die per gli uomini.

L’integrazione di Vitamine del gruppo B in età pediatrica diventa importante soprattutto in situazioni di particolare dispendio energetico, come i cambi di stagione, i periodi intensi di studio, i momenti in cui il bambino è impegnato in attività sportive impegnative.
L'integrazione alimentare può essere anche un valido aiuto in caso di ridotto apporto di nutrienti con la dieta (ad esempio in situazioni di inappetenza).

Ci si può trovare in condizioni di aumentato fabbisogno di Vitamine B in periodi di stress psicofisico particolarmente intenso, associato a ragioni professionali, personali o familiari: un lavoro impegnativo o dai ritmi serrati oppure stati di tensione più o meno prolungata.

Quando lo sforzo richiesto è soprattutto di tipo intellettivo, sono utili in particolare le Vitamine B1, B6 e B12 che contribuiscono al normale funzionamento del sistema nervoso e l‘Acido Pantotenico che contribuisce a prestazioni mentali normali.

Nelle donne in età fertile, inoltre, è utile assumere adeguati quantitativi giornalieri di Acido Folico per contribuire alla crescita dei tessuti materni in gravidanza.

Negli anziani si ha una tendenza ad assumere quantitativi di cibo inferiori rispetto ai giovani adulti. Le cause di questo fenomeno possono essere molteplici: una fisiologica riduzione dell'appetito dovuta all'età, difficoltà di masticazione e digestione che portano l'anziano ad escludere alcuni cibi o a prediligere (ad esempio) frutta e verdura cotte, diminuzione del gusto e dell'olfatto.

L'integrazione con Vitamine del gruppo B può essere quindi utile anche nell'anziano per sostenere il normale metabolismo energetico, la normale funzione del sistema immunitario e del sistema nervoso.

Le Vitamine del gruppo B possono essere associate a diversi altri nutrienti per ottenere benefici specifici sull'organismo.
Ad esempio, è possibile associarle ad estratti di Echinacea ed Acerola che supportano le naturali difese dell'organismo, oppure a Magnesio e Potassio utili per la funzione muscolare e ogni volta in cui si ha una perdita di tali sali minerali, in caso di carente apporto con la dieta o in caso di aumentato fabbisogno.
Un'altra associazione possibile è con gli amminoacidi come Glutammina e Fosfoserina, che hanno un ruolo importante nel metabolismo e nella funzionalità delle cellule cerebrali.